.
Annunci online

sia questo il tempo
elementare Watson
post pubblicato in LibWeb, il 20 ottobre 2007


dal web liberale ....

percorso :

parto da LibMag ... e clicco il link "Decidere.net" , il sito di Capezzone  ( direttore dello stesso LibMag. ) ... su   "Decidere.net"   clicco  il link   "L'Opinione.it "   direttore Arturo Diaconale ...  mi soffermo su articoletto a fondo pagina  ... leggo e riporto .... 

Watson rifletta sulle doti dei bianchi


James Watson ha detto, senza cattiveria, che i bianchi, alla stato attuale, sono mediamente più intelligenti dei neri. Si è aperta una gara, soprattutto in Italia, a chi prende più vistosamente le distanze dal famoso genetista americano. C’era un altro Watson famoso, quello creato da Conan Doyle, a cui Sherlock Holmes rispondeva sempre: “Elementare Watson”. È elementare anche quello che ha detto il Watson genetista: gli esseri umani non sono tutti uguali. Non c’è nessun razzismo in questo, checchè vogliano farci credere. Solo l’elementare constatazione che qualche secolo in più o in meno di consuetudine con i libri crea diverse capacità cognitive, e che queste diversità si trasmettono anche, in parte per via genetica. Consiglieremmo comunque a Watson di moderare il suo entusiasmo per le doti intellettive dei “bianchi”: prenda atto della banalità delle risposte politicamente corrette che gli stanno arrivando, e rifletta.

valerio Fioravanti




permalink | inviato da pasqualedigennaro il 20/10/2007 alle 16:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
Sfoglia       
calendario
adv