.
Annunci online

sia questo il tempo
l'antivigilia ..
post pubblicato in Diario, il 28 novembre 2007


 


poi queste fughe si preparano con una certa gradevolezza ...
.la musica, qualche quaderno, un paio di dvd due libri ...ho comunicato
anche il menù a mammà  ( per venerdì ) : spaghetti capperi e olive nere.
poi la città da affrontare, con forza, con passione ... sgattaiolerò
di vicolo in vicolo ... occhiali scuri, bavero alzato ...
non so perchè ... ma così farò ..


 




permalink | inviato da pasqualedigennaro il 28/11/2007 alle 18:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
fughe.
post pubblicato in Diario, il 27 novembre 2007


Mi preparo alla breve fuga. Mordi e fuggi.
Giovedi’ attraverserò Napoli , annuserò e sbircerò ….
Non ha più senso questo gioco …

Sognerò filando per le strade .. arrampicandomi sulla folla .. sbraitando ,
miti-cartastraccia , struggenti riti adolescenziali, poi chiamerò un taxi , mi sentirò bene …
e inizierà il sogno ...

 



permalink | inviato da pasqualedigennaro il 27/11/2007 alle 1:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
via ... via ...
post pubblicato in Diario, il 22 novembre 2007


Niente .. questo finale mi molesta, importuna, infastidisce ….
Da qualche giorno non mi molla …ronza … si appiccica …
e allora io me ne libero … consegnandolo al blog …

 




permalink | inviato da pasqualedigennaro il 22/11/2007 alle 16:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
e Capezzone giunse ad Itaca ...
post pubblicato in Diario, il 22 novembre 2007




"Faro' il possibile per mettere a disposizione di Berlusconi gli obiettivi liberali
del mio network".
Capezzone, ex segretario dei Radicali, dà così  la sua pre-adesione.
 Altri impegni per il nostro ... oltre che giornalista, politico, scrittore, satirico, opinionista e
presidente della commissione attività produttive della Camera dei Deputati ..
si prepara ad altri doveri ... aspettiamo...




permalink | inviato da pasqualedigennaro il 22/11/2007 alle 9:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
annullo post precedente ... ma quante stronzate si dicono in un blog .. !
post pubblicato in Diario, il 19 novembre 2007


 Ucciso dalla polizia col "Taser".
Muore un immigrato polacco all'aeroporto di Vancouver.
L'evento risale a un mese fa.
Robert Dziekanski, 40 anni, era apparso  agitato ai controlii 
e la polizia l'ha bloccato col "taser".

(vedi).




permalink | inviato da pasqualedigennaro il 19/11/2007 alle 16:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
Fatt' 'na Taser ...
post pubblicato in Diario, il 13 novembre 2007




Manco il tempo di varcare le mura di cinta di PERUGIA Meredith Kercher Amanda Knox 
Raffaele Sollecito Patrick Lumumba ...
restano nomi ossessivamente ripetuti, moti vocali perpetui ...
personaggi che, tra qualche anno, lucarelli ci riproporrà  ferreo e imperturbabile
come sempre in "blunotte" ...
 ...............................................

Ma che fine hanno fatto i vecchi idranti chiedevo ad un amico con il quale discorrevo
 dei fatti di domenica 11 , quei vigorosi gettiti d'acqua a pressione impetuosa che
disorientavano e avvilivano cortei minacciosi, dimostranti di ogni risma .
Poi ho intercettato il coon in un commento in cui citava la Taser  
e allora le cose hanno iniziato ad avere una diversa prospettiva .
Una pistola Taser trasmette impulsi elettrici destinati a colpire le funzioni sensoriali e motorie a livello del
sistema nervoso periferico. Un fascio di energia che riesce a superare anche cinque
centimetri di vestiti per raggiungere il corpo.
La Taser una stun gun, un'arma non letale che stordisce. Dell'impiego di tali sistemi
d'arma soprattutto nell'ambito dell'urban warfare si discute da tempo.
Un elettrochoc. Con lo sparo, dalla canna della pistola Taser partono due cartucce,
che si agganciano alla pelle o agli indumenti della persona colpita e, attraverso i fili
sottili che le collegano all'arma, trasmettono per cinque secondi una scarica
elettrica di 50.000 volt.
Si tratta di un piccolo elettrochoc, sufficiente a paralizzare il soggetto colpito, che
cade immediatamente al suolo e spesso perde i sensi per alcuni secondi.
Sul sito dell' azienda americana che la produce ci sono i filmati dei test condotti
su volontari: un grido di dolore squarcia l'aria, un corpo diventato immobile
crolla a terra e dopo pochi secondi, lentamente, si rialza.

Non so , forse meglio gli idranti rustici , caserecci ma efficaci ed ecologici
certo anche la Taser non inquina ¦ non lascia segni.

Certo dice :  "la scarica potrebbe essere letale per individui cardiopatici
o donne incinte ".

L'altro risponde   “ ma che cacchio ci fa un cardiopatico o una donna incinta
in una manifestazione di piazza  ??
 " ...




permalink | inviato da pasqualedigennaro il 13/11/2007 alle 17:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
si ...
post pubblicato in Diario, il 6 novembre 2007



 




Spararono a mio padre alle 9.15 mentre apriva la portiera della
Cinquecento blu di mia madre. Era appena uscito di casa, dopo vari
tentennamenti che lo avevano portato a rientrare per ben due volte,
la prima per sistemarsi il ciuffo, la seconda per cambiarsi la cravatta.
Era uscito con una cravatta rosa, se la sfilò per metterne una bianca,
e a mamma che lo guardava scuotendo la testa e prendendolo in giro
rispose: "Preferisco questa perché ha il colore della purezza".


Il mondo appariva diverso quando eravamo giovani,
Eravamo convinti che, in qualche maniera, noi avremmo potuto agire
sul mondo, facendolo diventare diverso
.
L’uso del tempo era diverso, quando eravamo giovani.
Le ore della sera diventavano notte con le parole che
rimbalzavano nell’aria in discussioni animate e senza fine
 
tutte illuminate dall’illusione del bene.Basta con tutti i fascismi,
 basta con le disuguaglianze, era il momento di quella splendida utopia del comunismo che sarebbe poi diventata una delusione raggelante.






permalink | inviato da pasqualedigennaro il 6/11/2007 alle 18:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
oggi ...
post pubblicato in Diario, il 2 novembre 2007


 



Pier Paolo

Non li toccate
quei diciotto sassi
che fanno aiuola
con a capo issata
la ‹‹spalliera›› di Cristo.
I fiori,
sì,
quando saranno secchi,
quelli toglieteli,
ma la ‹‹spalliera››,
povera e sovrana,
e quei diciotto irregolari sassi,
messi a difesa
di una voce altissima,
non li togliete più!
Penserà il vento
a levigarli,
per addolcirne
gli angoli pungenti;
penserà il sole
a renderli cocenti,
arroventati
come il suo pensiero;
cadrà la pioggia
e li farà lucenti,
come la luce
delle sue parole;
penserà la ‹‹spalliera››
a darci ancora
la fede e la speranza
in Cristo povero.

[1975]

Da: O’ penziero e altre poesie di Eduardo, Einaudi




permalink | inviato da pasqualedigennaro il 2/11/2007 alle 9:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
Sfoglia ottobre        dicembre
calendario
adv