.
Annunci online

sia questo il tempo
non possiamo ...
post pubblicato in Diario, il 31 dicembre 2007


 

Con il 2007, si spegne anche la giovane vita di Giuseppe De Masi. Era l’ultimo sopravvissuto del rogo della ThyssenKrupp, il 6 dicembre. 25 giorni di agonia, poi la stessa sorte dei suoi compagni di lavoro e sventura: Antonio Schiavone, Roberto Scola, Angelo Laurino, Bruno Santino, Rocco Marzo, Rosario Rodinò. Ora la tragedia è completa.
Mentre scriviamo, intorno alle 13 dell’ ultimo dell’anno, il contatore di articolo21, che riportiamo sul nostro sito, segna 1049 morti. Non è stato un anno eccezionale: è stato un anno di ordinario orrore, con centinaia di vittime, assassinate dall’avidità di prenditori di lavoro senza scrupoli, e dall’inefficienza di uno Stato che o si disinteressa della sorte dei lavoratori, o non è in grado di imporre il rispetto delle sue stesse regole. E, francamente, non sapremmo dire cosa sia peggio, se l’incapacità o la connivenza.
Le cifre di cui siamo ad ora in possesso non sono certo definitive. Il numero è destinato a salire, l’Inail tirerà i conti fra qualche mese. Ed anche allora, molti casi di vittime sul, del lavoro, non saranno computati. Per questo, sembrano semplicemente incredibili, le dichiarazioni di quei politici e prenditori di lavoro, secondo cui le morti bianche sarebbero in calo. Per non parlare di quell’indefinibile vicepresidente di Confindustria, tal Bombassei, che dice che sì, il fenomeno è grave, è deprecabile, però, non scordiamoci che "quasi il 50 % dei caduti sul lavoro è in realtà vittima di incidenti stradali". E’ colpa dei morti: vanno troppo forte in macchina, e magari non si fermano al semaforo. Senza parole.
Con la morte di Giuseppe De Masi, il sistema della disinformazione, che ha il preciso compito di narcotizzare il paese - compito che, per inciso, assolve alla perfezione -, è tornato per un attimo ad occuparsi dei morti sul lavoro. La questione era già stata sepolta, prima ancora che fossero sepolti i compagni di De Masi.

 



Giuseppe Demasi



il sogno del muro

i



per queste quattro lire vigliacche  : "l'incidente"





ma perchè non fermiamo tutto ? restituiamo spumanti e cotechini , basta conservare lo scontrino, spegniamo in anticipo gli alberi di natale, mangiamo qualcosa e ci raccogliamo in silenzio ..... a pregare (chi vuole)  ... meditare, riflettere, leggere... per una volta non possiamo mandare affanculo i tappi schioppettanti , l'aragosta, le cozze, i gamberoni , quella stronzata delle lenticchie che portano fortuna e danaro... ?

non possiamo per una volta non fare regali, privarci , per una volta dico, una , del diritto di divertirci, di far casino .. e gridare al posto di sparare botti ... gridare contro la morte ... queste morti ... ?

(no ... non possiamo.)





permalink | inviato da pasqualedigennaro il 31/12/2007 alle 17:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
a tutti gli invisibili ...
post pubblicato in Diario, il 20 dicembre 2007


e a Rosario Rodinò ... l'ultimo ...



Se la mano potesse liberarti,
cuore, dove andresti?
Lontano, oltre tutti i luoghi
della terra che questo cielo in corsa
rende desolata? Attraverseresti
città, colline mari,
se la mano ti potesse liberare.

philip larkin




permalink | inviato da pasqualedigennaro il 20/12/2007 alle 10:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
se la classe operaia va in paradiso ....
post pubblicato in Diario, il 18 dicembre 2007


 




Luca Cordero di Montezemolo agli studenti dell’università Luiss di Roma: «A scuola ero campione mondiale di copiatura e questo dimostra che anche chi copia ha speranza», ha detto il presidente di Confindustria.
"Credo di non avere rivali per tecniche e sofisticatezza ", ha proseguito Montezemolo nel suo outing scolastico. «Trovavo sempre il modo per mettermi vicino a uno bravo e generoso che mi permettesse di copiare».

°°°°°°°°°°°°°°°

Chi assolutamente non faceva copiare era Silvio Berlusconi anche se, a modo suo, dava lo stesso l’aiutino scolastico ai compagni dell’istituto dei Salesiani di Milano.Tempo fa girava la voce che, al liceo, l’attuale leader dell’opposizione vendeva ai bisognosi i suoi compiti. Leggenda smentita da uno dei fedelissimi del Cavaliere, l’ex viceministro Guido Possa che con Berlusconi ha condiviso gli anni della scuola : “Era bravo soprattutto nelle materie umanistiche, ma non è vero che vendeva i compiti in classe. Piuttosto, era molto generoso. Non ti faceva copiare, ma era sempre pronto a spiegarti le versioni che non capivi.”




permalink | inviato da pasqualedigennaro il 18/12/2007 alle 9:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
come fosse ...
post pubblicato in Diario, il 15 dicembre 2007


 



Ricordo qui l’anarchico Giuseppe Pinelli, morto la notte del 15 dicembre 1969  “cadendo” da una finestra di un ufficio della questura di Milano con l’accusa di essere coinvolto nella strage di Piazza fontana.

Storia lunga, complessa, difficile … ancora aperta …

Qui solo un  post per cercare di non spezzare il labile filo della memoria,  per far nascere ( o rinascere ) la curiosità  di conoscere quegli eventi  in coloro che in quegli anni non era ancora nati .

 

La notizia de Telegiornale fu questa :

 

“Giuseppe Pinelli stanotte veniva interrogato al quarto piano della questura. Egli era noto per la sua attività anarchica. Secondo le agenzie di stampa, egli aveva fornito un alibi che non aveva trovato convalida. Durante una pausa dell’interrogatorio si è gettato nel vuoto da una finestra rimasta socchiusa. Nonostante il tentativo di trattenerlo da parte dei presenti, un ufficiale dei carabinieri e quattro sottufficiali di polizia, Pinelli è caduto nel vuoto. Trasportato all’ospedale, le cure sono risultate vane. Era frenatore alle Ferrovie dello Stato. Lascia la moglie e due figlie.”

 


“quando si vuole, se si vuole, la verità si trova! …”

Così và ripetendo, amaramente, da anni, Giorgio Alpi il padre della giornalista Ilaria Alpi, assassinata in Somalia con il proprio operatore Krovatin, in circostanze ancor oggi oscure.
La verità: questo chiedeva e chiede Giorgio Alpi, questo chiedeva e chiede iLicia Rognini Pinelli, la compagna di “Pino”, questo chiedono gli italiani onesti. Una verità, quella su Giuseppe Pinelli, ancora da cercare.


Gente seria, come Pino, come la sua coraggiosa compagna Licia e le sue figlie. Silvia e Claudia  Pino: i suoi tanti amici, la sua gioia di vivere.




permalink | inviato da pasqualedigennaro il 15/12/2007 alle 20:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
anniversari.
post pubblicato in Diario, il 12 dicembre 2007




Arianna Di Gennaro.
"Ritratto del padre".
Modena, 1992.
mia figlia oggi compie 20 anni. Quando ne aveva 5 lei mi vedeva così.
qui  pero' aveva 18 mesi.




permalink | inviato da pasqualedigennaro il 12/12/2007 alle 17:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
tu si 'na scartina ....
post pubblicato in Diario, il 11 dicembre 2007




Si … già il fatto di aver dato al blog il mio vero nome e cognome impedisce ahimè schiattare sul post i dettagli di un incontro avvenuto tra me e una “scazzimma di managger” che per poco non rischiava ‘na capata ncopp ‘ ‘e gengive …. Si una di quelle “meze cazette” convinto, non so per quale putrido motivo, di essere in buoni rapporti col sottoscritto ….
Più di questo non posso … non per paura … ma per il semplice fatto che a questo punto della mia vita mi dispiacerebbe ricorrere a metodi retrò adolescenziali modello capobanda Bastiano e Pignuolo ….

Io non ho carte da giocare in merito … la mia carriera me la sono fumata ( nel pieno possesso delle mie facoltà mentali ) mandando affanculo “scaglie di merdasecca” …. Che (meschinamente ) hanno poi ricambiato la cortesia utilizzando percorsi infidi che già avevo abbondantemente profetati ……. Tornando a noi, sulla questione degli operai morti … ero addirittura convinto che sulla piattaforma si potesse dare forma a qualche iniziativa … non chiedetemi quale perdio !!!!  Qualcosa insomma.... Pensavo che luminose menti di brillanti blogger  potevano racimolare qualche ideuzza e mettere su qualche urlo di sana rabbia …
Nulla …  rebus, indovinelli , tette, mal 'e panz' , Greenway  , Bene, cinefili, cinofili, troppa carn 'a cocere ...

Meno male.....  domani  sarà  una buona giornata ..!

(la foto ci puo' anche stare ... credetemi).




permalink | inviato da pasqualedigennaro il 11/12/2007 alle 18:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
se ne vanno gli operai.
post pubblicato in Diario, il 7 dicembre 2007


 

Pena

In una vaga disperazione il vento
si dibatteva disumanamente.
Gocce di sangue annerendosi
si gemmavano sulle labbra d' ardesia.
E uscì, a isolarsi nella notte,
vedova la luna.

V. Majakovskij




permalink | inviato da pasqualedigennaro il 7/12/2007 alle 9:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
'O Cinema.
post pubblicato in 'O Cinema, il 4 dicembre 2007


 

E perché no … anch’o seguo a ruota il Raccoon e Sogniebisogni e festeggio
 il 72° compleanno di Woody Allen …
 Vado allo scompiscio e propongo “Prendi i soldi e scappa” … la trovata del contrabbassista
che suona nella banda è, per me , irresistibile !!






permalink | inviato da pasqualedigennaro il 4/12/2007 alle 11:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
Sfoglia novembre   <<  1 | 2  >>   gennaio
calendario
adv