.
Annunci online

sia questo il tempo
scatenato ...
post pubblicato in Diario, il 24 giugno 2008




dalla catena poetica  mittel-europea di "sogniebisogni"

1)
 
Scrivere il nome di almeno cinque poeti di ogni tempo e luogo dei quali   si è innamorati.

2)
citare alcuni versi significativi di almeno uno dei poeti elencati.

3)
in aggiunta o in alternativa al punto (2)- se è vero che siamo un popolo di poeti, navigatori, santi, ecc...- citare almeno un PROPRIO componimento poetico, o anche soltanto alcuni versi di esso/i.

4)
per i veri patiti (!) dell'arte poetica, sarebbe gradito un componimento anche brevissimo, appositamento creato e pubblicato , con tutta la spudoratezza di cui si è capaci, in prima esclusiva per questo gioco blogghereccio.

5)
infine...invitare a partecipare altri bloggers (3,6,9...) e raccomandando il rispetto di queste semplici regole ai malcapitati.


i miei cinque :


Philip Larkin,   P.P.Pasolini,   Samuel Beckett,   Wislawa  Szymborska,   T. S.  Eliot.





 

 

di Samuel Beckett :

Dentro la mia andatura rifugio tutto il giorno
Con gazzarre smorzate se la carne decade
Senza tema erompendo o favore di vento
vada il guanto di sfida del senso e del non senso
preso dalle sue fisime per quello che mai sono


 

appena ben concluso
l’ultimo passo il piede
si riposa aspettando
secondo vuole l’uso
faccia l’altro altrettanto
secondo vuole l’uso
e porti così il peso
del davanti ancora
secondo vuole l’uso
almeno fino ad ora


Questa è mia :

Il sole
non varca
Il confine
dell’ombra.
Nero è nero,
bianco è bianco.
Laggiù
brucia la terra,
l’ultimo grano
e l’uomo del trattore.

... e per l'occasione :

Da sogni
attingo
spunti
ottengo
accaparro
rastrello
cenni
e creo
attuo
forgio
sagomo
post
e
il tempo
diventa
ammissibile
immaginabile.


incateno volentieri :

blogperfecto

valmadlene

idolciinganni


 Aggiornamento :

Puntuale partecipazione alla catena poetica mittel-europea  di  "dolciinganni "  :
con, in particolare un Catullo immortale e incisivo e un Gozzano struggente  .. il tenero "porcospino"  e dei versi  "donati"  al Cannocchiale ...  generosi e sentiti
amarcord 
 "idolciinganni" .... 

°°°°°°°°°°°°°°

Altra  puntuale partecipazione alla catena poetica è di "blogperfecto"...

p’avè pur’ io nu surzo ‘e
Paraviso .....

.....e cca stà ‘o guaio
pecchè chi parla troppo
sente poco,
chi sente poco
nun capisce niente,
e chi allucca
pare ca te sta spianno:
<< Famme capì che cacchio stò dicenno?! >>.

GiuseppeCangiano

Beh avere un nonno poeta è  davvero un privilegio .....

e la blogger ci dona alcuni suoi versi :

Tra stanze buie,
scaffali.
Polvere
E
Pianoforti smessi,
s’aggira
con tristezza
l’in-spiegato ……

Marzia Cangiano


commentati  indovinate da chi ?

" l'in-spiegato sa di Heidegger, stai facendo una bella strada, davvero"

GdS.



e ancora citazioni  di versi di uno dei cinque menzionati ....:

…. Ma sai di me che vivo, come dio,
come immagine persa dei tuoi mondi
e il tuo cuore mi sente e non mi crede ….

Paolo birolini


C'è poco da fare signori qui in queste cosiddette catene si vola alto ...
nel firmamento.

occhio a blogperfecto




permalink | inviato da pasqualedigennaro il 24/6/2008 alle 16:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (24) | Versione per la stampa
epistole.
post pubblicato in Diario, il 19 giugno 2008


 

caro claudio ....ma tu li hai visti questi che stanno
fagocitando il paese … I “Nuovi Mostri” per dirla con Risi …. Siamo
all ‘acme della pusillanimità, all’apogeo della mediocrità (nun teng cchiu' parole) … siamo in
mano a bande di avvocatucoli e azzeccagarbugli , mercanti di
lordume , di schifezza e sozzura populistica , il paese è in mano
ai Gasparri !!
Ma hai capito … uno che , poveraccio, farfuglia,
barbuglia … quelle poche parole del vocabolario che conosce le sputa
non le pronuncia … ma lungi da me infierire contro chi, poveretto ha un
difetto di cui non ha colpa alcuna… il punto centrale è che questi non
hanno ancora capito che governano un paese, La Russa non sa cos’è un
esercito, sono convinto che non lo sa … e nessuno si prende la briga
di spiegarglielo ….

caro Pasquale ....
 sordi e ciechi, ma pronti a elargire
piccoli privilegi, briciole di potere, appaltucci e prebende ad amici e parenti.
... ecco se esistesse un
"tribunale etico" il delitto per cui non potrebbe essercin essuna riduzione
di pena, nessuna assoluzione dovrebbe essere quello di "lesa speranza"...
No, niente nostalgia, ma rabbia e indignazione per come "si è ridotto"
questo paese, questa città ... perché i larussa, i gasparri ce li hanno
messi lì, direttamente o indirettamente, il vicino, il collega, il
salumiere, non arrivano da un altro mondo... sono il mondo, sono la realtà,
è ciò che esprime questa italietta rancorosa, provinciale ...deprimente.
E quindi, niente nostalgia, ma rabbia e ... voglia di futuro,se non
per me, per i figli, per i figli dei figli.........

A Claudio ... a tutti , a  tutti quelli  provvisti di sana,
buona e trasparente rabbia perchè difficilmente si arrendono
:

Melody  Gardot



Nata nel New Jersey nel 1985, inizia giovanissima a suonare nei locali di Philadelphia con influenze che spaziano dal jazz al folk, dal pop al rock. All\'età di 19 anni, quando era studentessa al Community College di Philadelphia, venne travolta mentre passeggiava in bicicletta da un SUV che svoltava contromano restando in coma tra la vita e la morte con lesioni alla testa e fratture varie su tutto il corpo. Durante i lunghi mesi passati in ospedale inizia una terapia basata sulla musica giacché l\'incidente le aveva lasciato in eredità una forma di amnesia retrograda anche a breve termine che le impediva di ricordare qualunque cosa dopo una decina di minuti. Gli studi neurologici confermano infatti che la musica stimola l\'area del cervello delegata a fissare i ricordi e casi come quelli della Gardot attestano i risultati positivi che si possono ottenere. La forza d\'animo e l\'instancabile ottimismo della giovane cantate le hanno permesso un recupero di condizione fisica che seppur non ottimale, le consente di coltivare la passione artistica che sta riscuotendo notevoli apprezzamenti.

La frase a proposito dell\'ottimismo e della serenità con cui la Gardot accetta la condizione di disabilità (è costretta anche ad usare un bastone e a sopportare una fastidiosa forma di fotosensibilità) ridendo ha dichiarato: \"Ho imparato ad apprezzare i vantaggi della mia situazione. La memoria corta, dopotutto, è un buon antistress, perché mi capita di non ricordare il motivo di un malumore o di una preoccupazione\"


 




permalink | inviato da pasqualedigennaro il 19/6/2008 alle 0:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
gomorra ...
post pubblicato in Diario, il 6 giugno 2008


 






Il pubblico
invano
cerca macchiette,
bozzetti partenopei...
trova
solo gesti inumani
dialetto lama-tagliente.
Rasoio
Atto violento
scandisce
etiche innominabili,
vera pedagogia
del crimine.
Corpi ammucchiati
sotterrati
inumati
come Birkenau ...

 

 




permalink | inviato da pasqualedigennaro il 6/6/2008 alle 19:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
Sfoglia maggio        luglio
calendario
adv